5 giochi + 1 per allenare alla gentilezza i bimbi in età scolare

Giochi etici di movimento, che sviluppano la socialità ed educano all’empatia. Per essere tutti un po’ più gentili… e felici. Scopriamo sei proposte gentili per allenare i bambini dai sei anni in su

 

Educare alla gentilezza grazie ai giochi della gentilezza. Per insegnare ai bambini, attraverso il gioco e il movimento, che cosa significa essere empatici e gentili con gli altri; per vivere tutti un po’ più felici.

 

Ma a che cosa servono i giochi della gentilezza? Come spiegato su giochidellagentilezza.it, sono “un canale comunicativo (attraverso il gioco si comunica), che consente di conoscere ed allenare praticamente la gentilezza, perseguendo il benessere e la crescita (cognitiva, emotiva e motoria) della persona”.

Giochi per allenare dunque all’empatia, alla gentilezza, alla disponibilità, all’amicizia, alla cortesia. Per una sana crescita emotiva, cognitiva e motoria del bimbo. Possono essere svolti in qualsiasi contesto: a scuola, a casa, mentre si fa sport, al parchetto, nel tempo libero. Con i compagni di scuola, gli amichetti, ma anche con gli insegnanti o i genitori.

10 giochi per allenare la gentilezza dei bambini

 

E proprio domani, il 13 novembre ci sarà la Giornata Mondiale della Gentilezza.Un’occasione per i partecipanti (famiglie, scuole, biblioteche, società sportive, associazioni culturali… ) per circondare di gentilezza bambini e ragazzi. Tema di quest’anno? La gratitudine.

 

I bimbi potranno scegliere differenti modalità con cui partecipare:

  • inventare un proprio Gioco della Gentilezza,
  • sceglierne uno su it, la libera enciclopedia on-line in cui tutti possono condividere e trovare numerosi giochi
  • oppure giocare ad uno o più tra i 9 Giochi della Gentilezza in programmazione.

Abbiamo selezionato 5 giochi + 1 tratti dalla pagina di Giocopedia della Gentilezzaper allenare i bimbi in età scolare ad essere ancora più gentili. Perché il gioco è un momento prezioso per genitori, insegnanti e bambini per stare bene e crescere insieme.

Ecco quali sono:

 

1 – Un girotondo gentile

INTRODUZIONE

Un gioco da fare ovunque: a scuola, in famiglia, ma anche nel tempo libero. Bastano solo dei cartoncini colorati e un caldo abbraccio.

Essere gentili significa anche riconoscere le qualità delle persone che ci stanno vicine. E ricordargliele.

Questo gioco allena l’amicizia, cortesia, cordialità, collaborazione, disponibilità.

 

ETA’

6-10 anni

 

PARTECIPANTI

fino a 34

 

DURATA

30 minuti

 

COME SI GIOCA

I bambini iniziano un girotondo a ritmo di musica e osservano i compagni “cercando” qualità da attribuire loro. Quando la musica si ferma, scelgono un compagno da abbracciare, pronunciando una parola gentile che sottolinei una sua qualità.

Il bambino scelto riceverà un’immagine precedentemente preparata (cuore, fiore, farfalla, stella… ) e sarà il compagno con cui collaborerà durante le attività della giornata scolastica.

 

2 – Caccia alla gentilezza

INTRODUZIONE

Per allenare la collaborazione, la conoscenza di parole gentili e il gioco di squadra ecco una caccia al tesoro in chiave “gentilezza” da fare dove si vuole.

 

ETA’

6-10 anni

 

PARTECIPANTI

squadre formate da 3 a 5 persone

 

DURATA

45 minuti circa

 

MATERIALE

vari oggetti (non grandi), bigliettini, un foglio grande

 

COME SI GIOCA

Si scelgono alcune parole gentili e si abbinano a degli oggetti.

Si attacca su ogni oggetto un cartellino con la parola gentile abbinata, mentre su un foglio si segnano gli abbinamenti,

Qualche idea? Per esempio:

gomma – buonasera;

penna – ti voglio bene;

palla – grazie;

ecc…

Si nascondono gli oggetti e parte la caccia!

Author: LabMaster

Share This Post On
Share This