Giochi da fare quando soffia il vento, 7 idee divertenti

Dal classico aquilone ai sonagli, dalle bolle ai nastri ecco tanti giochi per dilettarsi quando fuori c’è vento

Una brutta giornata, in cui soffia tanto vento, può essere un dramma per grandi e piccini. Ma non c’è bisogno di rinchiudersi in casa. Esistono infatti tanti giochi d’aria da fare per divertire i vostri figli all’aria aperta.

GIOCHI CON IL VENTO

 

  1. Bolle al vento
    Ai bambini più piccolini si può proporre diinseguire le bolle di saponetrasportate dal vento. Mamma e papà possono realizzare un liquido per fare le bolle mescolando 1 parte di detersivo liquido per stoviglie, 8 parti d’acqua e 1 parte di glicerina. Create le bolle e poi andate ad acchiapparne quante più potete. Se siete in tanti, vince il bimbo che ne prende di più.

 

  1. Sonagli a vento
    Raccogliete in casa degli oggetti che possano far rumore (ad esempio degli utensili da cucina come cucchiai e lattine). Legateli a dei nastri e fissateli a un bastone. Poi appendete il bastone in modo che sia in corrente e ascoltate il rumore che fanno i vari oggetti sbattendo tra loro.

    3. Nastri a vento
    Correre nel vento è ancora più divertente se lo fate facendo volare dei lunghi nastri di carta crespa colorata. Procuratevi un bastoncino e ritagliate delle sottili strisce di carta crespa: più sono lunghe più il gioco sarà divertente. Fissate le strisce al bastone con l’aiuto del nastro biadesivo e il gioco è fatto! Ora potete danzare con i nastri dove soffia il ventoe farli vorticare senza però farli aggrovigliare. Provate a tracciare degli “otto” o a scrivere il vostro nome con i nastri.

  2. La manica a vento

Una manica a vento serve per capire da quale parte soffia il vento e con quale intensità. Si può ricavarne una con un sacchetto di plastica e un vasetto di yogurt. Per i bimbi più piccoli è fondamentale l’aiuto di un genitore.
Tagliate un vasetto di yogurt (a circa 1,5-2 cm dal bordo) in modo da ottenere un anello. Foratelo in quattro punti opposti con la perforatrice. Poi tagliate la base di una borsa di plastica sottile e apritela di lato in modo da ottenere un grande rettangolo. Ora avvolgete il rettangolo di plastica attorno all’anello e tagliatelo dove i due lembi si uniscono in modo da formare un tubo. Poi fissatelo all’anello con il nastro adesivo. Adesso tagliate la parte inferiore del tubo in striscioline per farle svolazzare nel vento.

Bucate la plastica all’altezza dei quattro fori fatti in precedenza. Tagliate quattro pezzi di spago lunghi 30-40 cm e infilateli in ogni foro annodando le estremità per bloccarle. Legate insieme i quattro fili e fissate la vostra manica a vento in cima al bastone. Infine, ancorate il bastone al palo di una recinzione e osservate come la manica a vento cattura l’aria.

  1. L’aquilone
    Ilgioco d’aria più classico da fare quando soffia il vento è l’aquilone. Per costruirne uno vi serviranno un sacchetto di plastica e delle bacchette leggere (i fusti secchi delle ortiche, ad esempio, sono perfetti).
    Ricavate due bacchette, la più grossa di spessore fatela lunga circa 20 centimetri, mentre l’altra dev’essere di 30 cm. Producete una fessura al centro della bacchetta più corta con un coltellino e infilate la bacchetta più lunga e sottile dentro al buco in modo da formare una croce. La parte superiore della croce dovrebbe essere lunga circa 10 centimetri, mentre quella inferiore 20.
    Ritagliate il sacchetto di plastica a forma di rombo, in modo che aderisca bene alla struttura dell’aquilone. Poi fissatelo alle bacchette con del nastro adesivo. Legate un pezzo di spago resistente al centro della croce e con un ago da cucito fatelo passare sul davanti dell’aquilone. Poi fatelo ripassare dietro a circa 3 cm dalla punta inferiore della croce. Legate il filo al fusto formando un ampio anello e fate un nodo a metà dell’anello per formarne un secondo dove attaccare il cordino dell’aquilone. Tenete l’aquilone al cordino e provate a farlo volare.

 

  1. Aerei di carta

Disegnate una linea sul lato lungo di un foglio A4 a circa 3 cm dal bordo. Piegate il foglio lungo la linea. Tagliate seguendo il bordo delle piegature. Tagliate poi a metà la striscia di carta. Ora unite i pezzi con il nastro adesivo per formare il corpo e le ali dell’aereo. Arrotondate le ali con le forbici e poi tagliate un’altra striscia di carta di 3 cm e dividetela in due parti uguali. Per fare la coda, piegate uno dei due pezzi a metà e i due lembi ancora a metà. Incollatela sulla parte posteriore dell’aereo con del nastro adesivo. Infine, fissate una monetina sulla punta dell’aereo. Per lanciare l’aereo tenete il corpo tra le punte delle dita e muovete il braccio velocemente.

 

  1. Animali volanti

Disegnate un animale volante su cartoncino rigido e dipingetelo con tempere o pennelli. Potete anche decorarlo con piume e foglie. Ritagliate la sagoma e attaccatela su un vecchio lenzuolo, bianco o colorato, che avrete precedentemente tagliato a forma di triangolo allungato. Fissate ogni bandiera a un bastone con del nastro adesivo e fate volare i vostri vessilli nel vento.

 

 

Author: LabMaster

Share This Post On
Share This